Le pedalate del weekend

Bed, Breakfast, Bike and Book
“Carpe Diem” nelle colline moreniche di Solferino

An Beirens, l’unica belga di Solferino che ha inventato l’alloggio a 4 “B”, si è innamorato talmente tanto delle bellezze paesaggistiche, architettoniche, storiche e culturali della nostra Penisola che vuole farle scoprire a tutti i turisti stranieri. La sua conoscenza linguistica nederlandese, inglese, francese, tedesco e, certamente, italiano fa di An la persona giusta per facilitare la promozione turistica di Solferino, ma non solo essendo anche un’accompagnatrice turistica abilitata. Così si spiega perché cinque anni fa ha trasformato il fienile posto di fronte alla sua casa in un moderno e confortevole Carpe Diem – Bed & Breakfast – by Lake Garda, Northern Italy, dove accoglie turisti desiderosi di vivere una vacanza immersi nella quiete delle colline moreniche, ma anche vicini alle esuberanze delle città. Data la posizione geografica, Solferino è un eccellente punto base da cui sviluppare una moltitudine di itinerari verso il Lago di Garda, Brescia, Verona, Mantova, Venezia, Milano.
Appena si entra nel Carpe Diem si nota l’attenzione ad ogni dettaglio e la ricerca per soddisfare le richieste degli ospiti. Le stanze sono state battezzate secondo canzoni celebre italiane: “Notte Rosa”, “Acqua Azzurra”, “Alba Chiara”, canzoni che amavamo canticchiare da adolescenti. E subito siamo ritornati più giovani.
Il terrazzo con vista verso i campi è il posto ideale per la prima colazione (buffet) che può rispondere a tutte le abitudini culinarie. Le persone sprovviste di biciclette sono fortunate, perché An mette a disposizione dei suoi clienti anche le due ruote. Visto che la nostra belga, italianizzata da anni oramai, è una persona di larghe vedute ha importato dall’estero il Book crossing ovvero lo scambio di libri. Sotto il cuscino la titolare ne lascia uno e ne riceve dagli ospiti un altro.
A Carpe Diem si può cogliere realmente l’attimo con le 4 “B” di (An) Beirens: bed, breakfast, bike & book. Noi gli attimi gli abbiamo colti, e come.

Simona Valan

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...